Conciliazione Paritetica

In questa sezione puoi scoprire a cosa serve la Conciliazione

La Conciliazione Paritetica è un metodo di risoluzione stragiudiziale delle controversie che permette di dirimere i contenziosi tra consumatori e aziende in maniera rapida, semplice ed economica.

Si tratta di un metodo alternativo agli altri sistemi di risoluzione delle controversie, come ad esempio l’ABF.

La conciliazione paritetica è il risultato di un protocollo di intesa (con regolamento annesso) sottoscritto da associazioni dei consumatori e da una azienda o associazione di categoria di imprese, in base al quale vengono definite le modalità pratiche di risoluzione della controversia attraverso la predisposizione di regole di accesso alla conciliazione, l’istituzione di una Commissione di conciliazione e di una Segreteria Tecnica.

La Commissione di Conciliazione è composta pariteticamente da due conciliatori adeguatamente formati, uno in rappresentanza dell’azienda e l’altro - indicato dalle associazioni dei consumatori - dell’utente.

La procedura di conciliazione è gratuita e su base volontaria: l’accordo raggiunto dalle parti viene sottoposto al consumatore il quale è libero di accettare la soluzione proposta o di rivolgersi altri organismi di risoluzione (ABF), alla giustizia ordinaria o di non procedere con azioni nei confronti dell’intermediario.

Per avviare la procedura di conciliazione è necessario innanzitutto che il cliente presenti un reclamo scritto all’intermediario.

Se questo non viene considerato o se la risposta fornita risulta inadeguata, si può attivare la procedura di conciliazione che deve necessariamente concludersi entro un termine prestabilito.

Per avere tutte le informazioni disponibili sulla Conciliazione Paritetica, la modulistica e le istruzioni per presentare un ricorso, utilizza i link ti abbiamo preparato: